agenzia di comunicazione | marketing e pubblicità | web agency | studio grafico | progettazione editoriale | Bologna | Italy

Programmare è un gioco da ragazzi. Coderdojo: istruzioni per l'uso

Blog

Coderdojo.

Anche a Bologna è arrivato Coderdojo: laboratori gratuiti di informatica per ragazzi dai 7 ai 14 anni. L'iniziativa originale nasce negli Stati Uniti  per poi arrivare in Europa e anche in Italia. E dopo Milano, Brescia, Firenze… arriva anche Bologna. La prima sessione si è tenuta lo scorso 11 maggio, presso l'Urban Center della Sala Borsa.

E noi c'eravamo. Sì perché quando si tratta di bambini, di didattica, di divertimento e di cose molto cool… beh noi non possiamo non farci coinvolgere! 

Il presupposto di questi laboratori è quello di iniziare i ragazzi alla programmazione, in particolare alla programmazione di giochi, attraverso un software appositamente creato per loro che si chiama Scratch ed è scaricabarile gratuitamente qui.

 

L'approccio all'informatica è decisamente ludico. Qui si impara a fare dei giochi… potenzialmente "simili" a quelli con i quali i bambini giocano per interi pomeriggi sul tablet o sulla console. Il software è appositamente studiato per offrire ai ragazzi delle stringhe di codice già pronte che possono "assemblare" per muovere il personaggio scelto, animarlo e via via creare un'intera azione di gioco. Una piattaforma davvero intuitiva che offre subito piccole e grandi soddisfazioni ai ragazzi.

I laboratori sono gestiti da mentor, che seguono i ragazzi con un metodo preciso, attenti a non influenzare la sperimentazione dei ragazzi, ma disponibili ad aiutare e a suggerire soluzioni, se richieste.

Occupandomi spesso di ludodidattica è stato per me inevitabile osservare l'approccio dei ragazzi con spirito critico, per capire come interagivano con la nuova "materia". Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, i laboratori di Coderdojo sono estremamente creativi. I ragazzi si mettono all'opera stimolando la loro fantasia e progettualità. Programmare un gioco significa anzitutto avere un progetto, sviluppare una sorta di storyboard, il che - tradotto in pratica - significa identificare un obiettivo preciso e trovare le soluzioni per realizzare la propria idea. Per trovare soluzioni, serve capire il linguaggio, imparare un metodo e applicarsi. Altro che noiose stringhe di codice… i ragazzi si sono subito messi all'opera dimostrando di riuscire ad acquisire molto velocemente le competenze necessarie. 

Proprio i più piccoli si sono dimostrati tenaci di fronte alle prime difficoltà. Se nella libreria di suoni a disposizione da applicare all'animale/avatar scelto non ci fosse il sound ideale, noi adulti probabilmente modificheremmo il nostro progetto adattandoci a quello che troviamo disponibile. Invece la domanda qui è stata "ma lo posso registrare io?" = perché mai dovrei cambiare il mio progetto? Io so dove voglio arrivare e devo trovare una soluzione. E infatti, la soluzione c'era. Simile situazione con un altro "piccolo nerd" che voleva aggiungere un fantasma alla libreria e ha visto bene di disegnarlo con l'apposito tool. 

La classe ha dimostrato anche capacità di condivisione, supportandosi a vicenda nella creazione dei singoli progetti. 

Conclusioni più che positive su questi laboratori di informatica per bambini che, oltre ad essere uno strumento educativo di tutto rispetto, contribuiscono anche a creare "piccoli consumatori consapevoli" di videogiochi e, più in generale, di informatica.

Ancora una volta una conferma che, spesso, siamo noi adulti a classificare determinate attività per un'età piuttosto che per un'altra. Già a sette anni un bambino è in grado di acquisire rapidamente le competenze necessarie per costruire la "sintassi" di uno script, personalizzarla e modificarla a piacimento e intuisce le potenzialità dell'attività, attratto dal divertimento del "gioco" e gratificato dalla soddisfazione del risultato raggiunto. Vi pare poco?

E come disse un giorno un signore famoso: "Everybody in this country should learn how to program a computer, because it teaches you how to think"  (Steve Jobs). Provare per credere.

 

Skills & Tools

Servizi di consulenza, orientamento e formazione

Alle PMI che si affacciano al web e alla comunicazione digitale, Cocicom offre incontri di orientamento per la conoscenza degli strumenti basilari del web e del direct e-mail maketing professionale. 

Scopri

Collabora con noi

Sei un blogger o un web content manager e sei disponibile a collaborare con aziende e brand? Contattaci e presentaci il tuo sito o blog scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sei un grafico, un web designer, un digital strategist? Siamo sempre interessati a ricevere nuovi profili di freelancer, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Seguici

Sulle nostre pagine facebook e pinterest troverai notizie, informazioni e curiosità su marketing e comunicazione. Spunti e aggiornamenti utili e assolutamente da non perdere!

Visita anche il nostro lifestyle blog parentesirosa.it

Contattaci

Contattateci per maggiori informazioni oppure per fissare un appuntamento.

La nostra sede è a Bologna, in zona Mazzini (uscita 11bis della tangenziale).

Contattaci